informazioni

Abitazione di campagna inserita nelle mappe fin dal XVI secolo a rappresentare un angolo climatico naturale per la coltivazione di viti, ulivi, ciliegi e castagni.
Caduta in disuso nel XX secolo, è stata recentemente restaurata secondo l’immagine originaria ottimizzando l’efficienza energetica dell’edificio secondo i più moderni principi della bioedilizia applicati sia all’involucro che all’impiantistica.

La casa di campagna si presenta ora come un grande spazio custodito dai coltivatori che qui risiedono e che offrono accoglienza ai visitatori che vogliono immergersi nei ritmi antichi della coltivazione di viti e ulivi in mezzo ai quali oggi è possibile bagnarsi grazie al recupero di una pozza d’acqua naturale.

 

 

Il piano terreno offre un grande soggiorno-veranda rivolto verso il paesaggio della Rocca, un’ampia sala da pranzo per trenta posti a sedere con angolo di conversazione attorno ad un tipico camino veneto, una cucina perfettamente attrezzata che si apre verso un portico esposto a mezzogiorno.
Un bagno con doccia, una lavanderia con lavatrice ed asciugatrice ed un ripostiglio completano questo piano.

 

Il piano superiore si articola in tre camere da letto, due matrimoniali ed una doppia, ciascuna dotata di bagno e servizi, ed in un salotto di conversazione nella parte superiore del portico che all’occorrenza può diventare una confortevole camera matrimoniale con una vista spettacolare sul paesaggio circostante.

 

Gli esterni si aprono all’arrivo con un ampio cortile con la possibilità di parcheggiare comodamente almeno 6 auto mentre dalla parte opposta il soggiorno, come prolungamento della veranda, si apre verso un grande prato d’erba che conduce ad uno spazio più in basso attrezzato a solarium con un invaso d’acqua perfettamente balneabile.